Curiosità dietro l'angolo..., Eventi gratuiti

Oasi di Porto – Porto di Claudio e Traiano (Fiumicino)

Oasi di Porto – Porto di Claudio e Traiano (Fiumicino)

Porto, dal latino Portus, era l’antico porto di Roma situato sulla riva destra del Tevere a nord di Ostia (oggi facente parte del comune di Fiumicino).

Terminato con Nerone, Porto aveva molti vantaggi rispetto ad Ostia: era un porto marittimo e non fluviale, collegato con un canale al Tevere e quindi a Roma ed era protetto rispetto ai venti di sud-ovest. Nerone diede il nome di Portus Augusti al nuovo porto. Fu sempre l’Imperatore Claudio a far costruire la via Portuense che collegava Porto con Roma, lunga circa 15 miglia (24 km).

Durante la Seconda guerra mondiale nel porto aveva preso sede la Xª flottiglia MAS, equipaggiata con mezzi d’assalto, con lo scopo di fronteggiare lo sbarco degli alleati sul fronte di Anzio e Nettuno. I mezzi erano nascosti nel canale di collegamento, ancora oggi visibile, tra il lago esagonale e il fiume Tevere; i militari invece alloggiavano nella villa di proprietà Torlonia che si trova nella pineta che circonda il lago.

Sul lato a nordovest del bacino portuale è stato rinvenuto un grande palazzo di probabile proprietà imperiale e un piccolo anfiteatro capace di ospitare circa 2000 spettatori e destinato probabilmente a spettacoli privati.

La demanializzazione dei 32 ettari del Porto di Traiano ha permesso allo Stato, negli anni ’90, di recuperare al patrimonio pubblico, ad esclusione del bacino esagonale rimasto di proprietà privata, la parte principale dell’infrastruttura portuale ed è anche un’importante area naturalistica, riserva di biodiversità caratterizzata da più di 2300 piante d’alto fusto, fra cui diverse quasi centenarie, che ne fanno un paesaggio delle archeologie di eccezionale valore.

Il sito è dotato di 5 km di percorsi con pannelli esplicativi per permettere diversi livelli di visita in termini di tempi (breve, medio e lungo, da ca. 1h 30’ a 4-5h) e di tipologia (misto, a prevalenza archeologica o naturalistica).

APERTURA AL PUBBLICO

Dal 1° dicembre 2017 il parco archeologico è aperto ad ingresso gratuito con i seguenti orari:
Prima domenica, terza domenica e tutti i giovedì di ogni mese 9,30 – 13,30 .

Non è necessaria la prenotazione.

Sarà invece necessaria la prenotazione per associazioni, gruppi , scolaresche ….., ecc., che vorranno visitare il Parco Archeologico nel pomeriggio delle stesse giornate – vale a dire prima domenica, terza domenica e tutti i giovedì del mese – scrivendo all’indirizzo mail pa-oant.museodellenavi@beniculturali.it o telefonando a 066529192

Il parco resterà chiuso nei giorni 1° gennaio, 1° maggio e 25 dicembre.