Curiosità dietro l'angolo...

Cascate di San Vittorino

Cascate di San Vittorino

A pochi passi dalla caotica Capitale verso Tivoli c’è il borgo di San Vittorino, edificato a picco su una forra.
Avvicinandoci al paese, troviamo sulla sinistra l’imbocco che porta al Santuario di N.S.di Fatima mentre sulla destra appare la vista del minuscolo borgo tutto arroccato intorno all’altrettanto minuscolo castello. Il tempo sembra essersi fermato: tutto é silenzio e pace.
Al posto dell’antico ponte levatoio, ormai obsoleto, c’è un piccolo ponte moderno che permette di varcare il solo ed unico varco che immette nel borgo.
Si tratta di una porta ad arco sulla cui sommità fa bella mostra di sé lo stemma di casa Barberini. Subito dopo ci si imbatte in due torri a pianta quadrata poste quasi a proteggere l’ingresso del borgo. Da qui parte la nostra passeggiata che segue per un tratto la strada asfaltata della Via Crucis per poi discendere dal sentiero nel bosco.
Arrivati al noceto si imbocca a destra per discendere alle cascate.
Sotto uno specchio di acqua balneabile, un isolotto e romantici ruderi circondati da una vegetazione che sembra stare lontano km da Roma…
Il ritorno è agevole per una carrareccia quasi totalmente alberata che ritorna allo spiazzo in paese.